2° Reggimento Genio Guastatori

Le origini risalgono al 1860 anno in cui si costituì a Piacenza il 2° Reggimento Zappatori la cui storia si dipana attraverso la partecipazione alle campagne per l'unità del 1860-61, contro il brigantaggio (1860-70), la 3a Guerra d'Indipendenza (1866) e la presa di Roma (1870), l'Eritrea (1895-96), la Libia (1911-12), la Grande Guerra (1915-18), la spedizione del Mediterraneo orientale, Anatolia nel 1919-20. Terminata la prima Guerra Mondiale il reggimento fu sciolto ed i suoi reparti concorsero alla formazione dei battaglioni di Corpo d'Armata. Ricostituito come reggimento nel 1926 prese parte con numerosi reparti e varie specialità alla 2a Guerra Mondiale , alla frontiera francese nel 1940, nei Balcani nel 1941 e nel 1942 ed in Russia nel 1942-43.

(Battaglioni 30 - 31- 32 ; Compagnie Autonome 5-10-30-30bis; Nucleo 870. Mobilitati 4017; Caduti 719; Mutilati, Feriti, Invalidi 1652; Medaglie d'Oro al VM 3 alla memoria 2 a viventi).

 

Il 2° raggruppamento Genio fu ricostituito il 20 aprile 1954 a Bolzano ed il 1° aprile 1955 riassunse la denominazione di 2° reggimento Genio.
Con il 1° gennaio 1974 l'unità venne ricostituita in Casale Monferrato ma il 6 novembre 1975 con la ristrutturazione dell'esercito venne nuovamente sciolta dando vita al 2° battaglione Genio Minatori "Iseo".

Impegnato nelle emergenze a seguito del terremoto del Friuli, nel disastro della Val di Stava (1985) ed in Valtellina (1987), nel 1993 concorse con personale e mezzi alle operazioni Pellicano in Albania ,Ibis in Somalia e Albatros in Mozambico.

Nel 1986 il riesame del ruolo del Genio ha portato alla trasformazione da genio pionieri a  battaglione genio guastatori alpini.

 

 

Il 13 ottobre 1995 un'ulteriore modifica di indirizzo tattico ha comportato una nuova denominazione all'unità che diventa 2° reggimento Genio Guastatori. Contemporaneamente vi è stato il trasferimento dalla caserma "Vittorio Veneto" di Bolzano alla caserma "Cesare Battisti" di Trento. L'area addestrativa si trova presso la caserma "Paolo Caccia Dominioni" di Rovere della Luna (Tn).
Aliquote di personale partecipano (nella task force "Genio" dell'Esercito) dal febbraio 2010 all'operazione "White Crane" in soccorso alla popolazione di Haiti colpita da un disastroso terremoto.
E' attualmente dipendente dalla Brigata Alpina "Julia"

Motto: "Per omnia asperrima"

Decorazioni alla Bandiera:
Argento al Valor MilitareArgento al Valor Militare

Bronzo al Valor MilitareBronzo al Valor Militare

Argento al Valor Civile

Bronzo al Valore dell'Esercito

 

2 Medaglie d'Argento al Valor Militare (fronte russo 1942 e 1943)

2 Medaglie di Bronzo al Valor Militare (assedio di Gaeta 1861)

1 Medaglia d'Argento al Valor Civile (Vajont 1963)

1 Medaglia di Bronzo al Valor dell'Esercito (Friuli 1976)

Sedi:
1954 -1955: Caserma "Vittorio Veneto" - Bolzano
1975 -1995: Caserma "Vittorio Veneto" - Bolzano
1995 - oggi: Caserma "Cesare Battisti" -  Trento

Comandanti:

2° rgt Genio Guastatori (2004 -2013):
Col. Giovanni MOSSO
Col. Francesco SETTANI
Col. Maurizio FANNI
Col. Pierluigi SCARATTI
Col. Roberto FANIGLIULO
Col. Giovanni FIORETTO

btg "Iseo" (dal 2004):
Ten.Col. Salvatore GISMONDO
Ten.Col. Antonio MUSCOGIURI
Ten.Col. Giuseppe ZENOBIO