5° Reggimento Artiglieria da Montagna

 

Il 5° reggimento artiglieria da montagna,viene costituito il 31 dicembre 1935 per operare in Africa Orientale.Era composto da:
comando di reggimento (di nuova costituzione), comando del gruppo Belluno(dal 3° rgt), gruppo Belluno (dal 3° rgt) btr 1 (del Susa),11 (del Mondovì),24 (del Belluno); comando del  grp Lanzo di nuova costituzione (mobilitato dal 1° rgt), grp Lanzo btr 5(dell'Aosta),13 (del Conegliano),21 (del Vicenza) ed inquadrato nella Divisione Alpina Pusteria.
Il gruppo Belluno meritò la Medaglia di Bronzo al VM per i combattimenti di Passo Mecan.
Nel maggio 1937al termine della campagna africana il reggimento con sede a Belluno è così composto:
grp Lanzo (btr 16-21-44) , grp Belluno (btr 22-23-24).
La 44a btr era distaccata alla Scuola Allievi Ufficiali di Bra (Cn).Rientrerà al gruppo Lanzo nella primavera del 1940.
Il 25 settembre 1937 fu costituito il grp Val Piave (btr 34-35-36) assegnato al 6° gruppo alpini valle,disciolto il 31 ottobre 1940.Ricostituita la 34 btr ed assegnata al grp  Udine,ricostituito il grp (btr 35-36-39) con la btr 39 del Valle Isonzo,nell'estate del 1942 fu ceduto al 3° rgt art. per la campagna di Russia dove meritò la Medaglia d'Oro al VM.
Nel giugno 1940 nel corso del conflitto contro la Francia, il reggimento fu schierato inizialmente come riserva nell'alta Val Tanaro per poi passare dal 19 giugno  nel sottosettore Stura da dove avrebbe dovuto appoggiare l'avanzata dei btg del 7° e 11° alpini. Le condizioni del tempo (nebbia persistente e bufere di neve) impedirono l'impiego sul campo.
Dal dicembre 1940 viene destinato al fronte greco-albanese dove opera nel settore dell'Osum sino alla conclusione delle ostilità  il 23 aprile 1941.
Nel luglio 1941 viene impiegato in Montenegro  nella zona Plevlja-Prijepolje per fronteggiare la rivolta contro gli occupanti italiani.Le batterie vengono distaccate presso i btg del 7° e 11° alpini ed impiegate in appoggio nei combattimenti.Nell'agosto 1942 viene rimpatriato e destinato con i reparti della Pusteria in Francia. Nella Provenza svolgerà compiti di guarnigione sino all'armistizio.Il 12 settembre 1943 il reggimento si scioglie nei pressi del Col di Tenda.Nuclei di artiglieri,sfuggiti alla cattura da parte dei tedeschi, riescono a raggiungere Cuneo, dove per la disparità di forze saranno fatti prigionieri.Alcuni presa la via dei monti costituiranno i primi nuclei di partigiani.
Ricostituito a Merano il 1 luglio 1953 in seno alla Brigata Alpina Orobica.
Comando di reggimento, Reparto comando, Gruppi: Bergamo (btr 31-32-33)  ciascuna su 4 obici da 75/13 basato a Silandro,
Vestone (btr 35-36-39) ciascuna su 6 mortai da 107,Sondrio (btr 51-52-53) ciascuna su 4 obici da 100/17 basato a Silandro, gruppo c.a.l.(btr 1-2-3-4) armate di cannoni da 40/56 (ceduto il 15 luglio 1957 al 2° rgt artiglieria c.a.pesante con sede Mantova).
Il 30 settembre 1975 a seguito della ristrutturazione dell'E.I. il 5° viene sciolto e la sua Bandiera di Guerra passa al gruppo Bergamo che diviene gruppo autonomo.Anche il grp Vestone viene sciolto in tale data. Il gruppo Sondrio basato a Vipiteno, è sciolto il 23 ottobre 1989.
Il 1 agosto 1992 il reggimento rinasce su base grp Bergamo (btr 31-32-33 e 51 Stinger) alle dipendenze della Brigata Alpina Tridentina. La sede è Silandro caserma Druso sino al 6 novembre 1995 quando si trasferisce a Merano Caserma Ugo Polonio dove verrà definitivamente soppresso il 15 maggio 2001.

Motto: "Sopra gli altri come aquila vola"

Ricompense allo Stendardo:
Medaglia d’Oro al Valor Militare, per il gruppo "Bergamo" (fronte russo , agosto 1942 - febbraio 1943)
Medaglia di Bronzo al Valor Militare (Fronte greco - albanese novembre 1940 - aprile 1941)

Comandanti:

Comandanti 1935-1943:
Col. Luigi MAZZINI
Col. Antonio NORCEN
Col. Giuseppe MOLINARI
Ten.Col. Giuseppe BORANGA
Col. Livio BISCUOLA
Ten.Col. Pietro FRANCESCHINI
Col. Livio BISCUOLA.

Comandanti 1953-1975:
Col. Vincenzo VALENZA
Ten.Col. Franco BONFATTI
Col. Pietro ROGGERO
Col. Enrico BENVENUTI
Col. Carlo DROCCO
Col. Vito GIUSTINIANI
Col. Romolo MINALE
Col. Federico GASCA QUEIRAZZA
Col. Ugo CURINI
Col. Aldo DAZ
Col. Giovanni SECONDINO
Col. Pierluigi CAVALLARI
Col. Renato PENSA

Comandanti 1992-2001:
Col. Giovanni BARBERIS
Col. Cesare CELANI
Col. Antonio BANELLA
Col. Gabrio ROGGERO
Col. Riccardo LATTANZIO